Site icon Forza Italia Toscana

Treni: Disservizi linea ferroviaria Empolese-Val d’Elsa

Treni
Condividi!
Treni, il coordinatore comunale di Capraia e Limite di Forza Italia Diego Crocetti: “Disservizi linea ferroviaria Empolese-Val d’Elsa”

Nonostante i miei recenti appelli, tutti caduti nel vuoto, continuano i disservizi, sulla linea ferroviaria dell’empolese Val d’Elsa.

Sono ormai diverse mattine infatti che il regionale 18273 delle 7.16 da Firenze Santa Maria Novella per Empoli viene inspiegabilmente cancellato senza un motivo apparente, viene garantito solo la domenica, Ma solo perché il treno successivo per l’Empolese Val d’Elsa è circa un’ora dopo.

Durante il giorno continua l’esponente forzista molti treni diretti a Siena viaggiano sporchi e senza l’aria condizionata ma è soprattutto la sera che si verificano incresciosi episodi.

Il regionale 18242 un treno molto particolare perché la sera porta i turisti di rientro da Siena, spesso, come il caso di ieri sera, viaggia con una sola elettromotrice aln663, con i viaggiatori e i pendolari che dovevano andare a lavorare di notte a Firenze costretti ad essere stipati come in un carro bestiame, come si evince anche dalla foto.

Sono diverse sere che sul regionale in questione l’aria condizionata non funziona al punto che i viaggiatori sono costretti a tenere i finestrini abbassati oppure come mi è capitato lunedì sera, su richiesta specifica del capotreno a viaggiare in un unico scompartimento, perché negli altri due del treno Minuetto l’aria condizionata era rotta e i finestrini non si potevano aprire.

Per non parlare del fatto che molto spesso i treni che viaggiano in composizione singola con l’elettromotrici aln 663 risultano piene di biciclette con conseguente diminuzione dei posti disponibili. Tra l’altro sia risulta inspiegabile come a Siena Che dispone di un deposito rotabili, non si sia capaci, di allestire un treno pienamente funzionante.

Chiediamo con forza, che a turisti e pendolari, venga garantito un servizio decente e decoroso soprattutto anche alla luce dei nuovi aumenti i biglietti ed abbonamenti. Vogliamo che dopo le ripetute riunioni tra la regione Toscana e Trenitalia seguano i fatti e non i soliti appelli che poi cadono nel vuoto. I pendolari dell’empolese Val d’Elsa non possono essere figli di un Dio minore ad eccezione di quando pagano l’abbonamento.

Diego Crocetti, coordinatore comunale di Capraia e Limite Forza Italia

Condividi!
Exit mobile version